Usura: due dirigenti bancari finiscono sotto processo

Pubblicato il 26 novembre 2014 | News

processoPISA. Usura in concorso ai danni di un’impresa edile di Pistoia. Loro, i due manager finiti sotto processo, all’epoca dei fatti contestati in Tribunale, lavoravano nella filiale di Ponsacco. Si tratta di Andrea Merola, 57 anni, originario di Livorno e di Alessandro Cataldo, 49 anni, di Casoria.

Per i due dirigenti bancari la Procura in una prima fase aveva chiesto l’archiviazione alla quale si era opposto l’avvocato della parte offesa. Il gip nel maggio scorso aveva disposto l’imputazione coatta. Ieri si è svolta la prima udienza davanti al collegio per la costituzione delle parti e la formalizzazione della lista testi. Il dibattimento proseguirà il prossimo anno.

Merola era il direttore della filiale Unicredit, mentre Cataldo ricopriva la carica di responsabile manovre massive relative alle condizioni applicate alla clientela da parte della banca. La Costruzioni Edili Dell’Arte Srl aveva aperto una linea di credito nella filiale di Ponsacco. Per l’accusa i due manager «nel conteggiare gli interessi dovuti per situazioni di scoperto di conto corrente a partire dal secondo trimestre 2008 e fino al secondo trimestre 2011, praticavano alla società interessi usurari».

Le relazioni tecniche commissionate dalla Procura avevano spinto il pubblico ministero, nel suo dispositivo di chiusura delle indagini, a chiedere l’archiviazione del procedimento. Il gip, tuttavia, ha ravvisato alcuni elementi per i quali ha ritenuto necessaria la celebrazione del processo.

Fonte: IlTirreno del 25 Novembre 2014

ORA LO SAI CHE SI PUÓ!

Possiamo difenderti dalle Banche ed Equitalia. Clicca qui per saperne di più.

Share on Facebook0Share on LinkedIn0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0

Ricevi i nuovi articoli per email


Potrebbero interessarti anche:

Derivati, Prato: Londra annulla i contratti stipulati dal Comune

Con la sentenza depositata il 29 giugno scorso, in relazione al caso n. 1456/2010, l’Alta Corte di Londra ha statuito che i contratti derivati stipulati tra Dexia Crediop e il Comune di Prato sono nulli in quanto la documentazione contrattuale non contemplava la previsione della facoltà di recesso in capo al Comune di Prato nei […]

Anatocismo, Arrigoni: “Cancellazione grande vittoria del popolo”

LECCO – “Grazie a un emendamento a prima firma della Lega Nord e approvato dalle Commissioni ambiente e industria è stato cancellato l’anatocismo bancario che, per volere di Renzi su suggerimento di Bankitalia, Fmi e Bce, era stato reintrodotto nel decreto legge competitività”. Ad annunciarlo è il senatore Paolo Arrigoni, componente della Commissione Ambiente e Industria […]


Analizza le tue posizioni bancarie


CONTATTACI