DIRETTORE E DIRETTORE GENERALE DI NOTA BANCA LOMBARDA ACCUSATI DI TRUFFA SUI MUTUI

Pubblicato il 3 febbraio 2017 | News

Clienti truffati.

tribunalecremona.jpgRinviati a giudizio il direttore e il direttore generale di un istituto di credito di Cremona, accusati di truffa e appropriazione indebita. I clienti hanno sottoscritto un contratto di mutuo fondiario per un milione e 400mila euro. Questo però nascondeva  un contratto sui derivati “Swap”.  L’inquirente ritiene che la banca sapesse dell’imminente caduta dei tassi che ha provocato un ulteriore profitto per la banca di quasi 200.000 euro

Mercoledì si è aperto il giudizio penale e i clienti si sono costituiti parte civile e hanno promosso inoltre una causa civile per ottenere il risarcimento del danno.

CONTATTACI

 

Share on Facebook0Share on LinkedIn0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0

Ricevi i nuovi articoli per email


Potrebbero interessarti anche:

Usura: il profitto confiscabile coincide con gli interessi corrisposti

In tema di usura, il profitto confiscabile ai sensi dell’art. 644, ultimo comma, c.p., identificandosi secondo la generale nozione di profitto del reato nell’effettivo arricchimento patrimoniale già conseguito, ed in rapporto di immediata e diretta derivazione causale dalla condotta illecita concretamente contestata, coincide con gli interessi usurari concretamente corrisposti, eventualmente anche mediante la consegna di titoli di […]

Derivati: Procura di Trani sequestra un contratto da un milione in una filiale Mps

Sottoscritto da un imprenditore di Molfetta, l’operazione era stata presentata come sicura ma in poco tempo aveva procurato una perdita di 100mila euro Un contratto finanziario della categoria ‘derivati’, del valore di un milione di euro, è stato sequestrato dalla guardia di finanza su disposizione del Tribunale di Trani nella filiale di Molfetta della Mps: […]


Analizza le tue posizioni bancarie


CONTATTACI